Angaben zur Veranstaltung
Occupy Italy Animals Music festival
Kategorie: Besprechung       Ort: 52044 Cortona AR, Italia
Anfang: 14/08/2012       Ende: 16/08/2012
Invito Al Sostegno Progetto work in Progress ( Veg Music Fund ) Occupy Italy Animals Music Festival 2012 (Agosto 14/15/16) Cortona (AR)

dove tutti sono pregati di partecipare e portare il proprio contributo : “ Idee ; Economico ; Partecip...Azione “

per la progettazione la riuscita la diffusione la crescita dell'evento : Gruppi , Associazioni ,Aziende Singoli/e Animalisti , Antispecisti ,Vegan , Vegetariani Musicisti , Artisti , Scrittori ecc,

Attivita in Programma :Work in progress con il vostro apporto di idee e contributi.

Evento Music Festival, Area Associazioni , Associazioni animaliste Open Space , Area Bambini, Laboratori Creativi ; Conferenze /Mostre fotografiche /Presidio /informativo /Distribuzione informazioni/Area Ristoro Vegan per i visitatori /Video proiezionie prevista anche un area espositori con prodotti Aziende equo solidali , contro la vivisezione , pacifiste , artigianato
la manifestazione sara ad ingresso gratuito ma e' prevista la vendita di gadget tipo magliette , Area Stand aziende ,Area ristoro raccolta fondi libera per i visitatori ,Stand Sponsor , prenotare uno stand .per proporre i vostri prodotti etici o considerando un Contributo Economico per dare un sostegno alle spese di Organizzazione ;Diffusione Iniziativa Media ;Web ;Stampa ;Radio/Tv. queste risorse saranno usate sia per sostenere le spese dell evento , sia per sostenere con una donazione delle risorse raccolte durante l evento del 50 % a l Associazione Equivita che supporta la ricerca scientifica sensa vivisezione e il 50 % per sostenere la campagna di Occupy Italy Animals per diffondere la dieta veganae l ' abolizione della carne in italia ed in paesi in via di sviluppo , (Africa ) Asia )

14/15/16 Agosto 2012 Progetto work in Progress dove tutti i gruppi associazioni , singoli/e animalisti , antispecisti vegan , vegetariani Musicisti , artisti , sono pregati di partecipare e portare il proprio contributo per la progettazione la riuscita ..
Descrizione
Progetto work in Progress dove tutti i gruppi associazioni , singoli/e animalisti , antispecisti vegan , vegetariani Musicisti , artisti , sono pregati di partecipare e portare il proprio contributo con idee per la progettazione la riuscita la diffusione la crescita dell'evento considerando che questa dovrebbe essere la prima edizione da ripeter ogni anno in un luogo diverso in italia .
Rinunciare alla carne è una forma di solidarietà e responsabilità sociale. In un mondo che ha fame, il consumo di carne costituisce uno spreco enorme: se oltre 820 milioni di persone soffrono la fame è anche perché gran parte del terreno coltivabile viene riservato al foraggio per gli animali da carne. I prodotti agricoli a livello mondiale potrebbero essere sufficienti a sfamare tutti, se non fossero in gran parte utilizzati per alimentare gli animali da allevamento.L'umanità rischia un effetto a catena distruttivo: esaurimento di energia, di acqua potabile, di alimenti base per soddisfare consumismi alimentari errati. I conti non tornano. Sei miliardi di abitanti, tre miliardi di bovini da macello (ogni chilo di carne brucia 20 mila litri d'acqua), 15 miliardi di volatili da alimentazione, produzione di combustibili dai cereali. Tra un po' non ci sarà più cibo. Grano, soia, riso, mais costano sempre di più e vanno a ingrassare gli animali da allevamento.
Dobbiamo fermarci ora. Il nostro organismo, come quello delle scimmie, è programmato proprio per il consumo di frutta, verdura e legumi. Una dieta priva di carne non ci indebolirebbe certamente: pensiamo alla potenza fisica del gorilla. Non solo una dieta di frutta e verdura ci farebbe bene, ma servirebbe proprio a tenere lontane le malattie
L’obiettivo è quello di promuovere, ancora una volta, l’idea che la produzione ed il consumo del corpo degli animali debba essere abolito.
La rivendicazione di abolizione della carne è la logica conseguenza del vegetarismo o del veganismo. Le persone che sono contro alla corrida, per es., non si limitano a chiedere al pubblico di boicottare le corride: chiedono che siano vietate. Gli attivisti contro il foie gras non si limitano a richiedere alla gente di non comprarlo: vogliono che l’alimentazione forzata delle oche venga vietata. Perché coloro che si oppongono alla carne sono gli unici a limitarsi a dare consigli individuali?
Dal punto di vista del movimento, il rifiuto di mangiare la carne può essere considerato come un boicottaggio politico, come un’espressione del supporto individuale all’abolizione. In Gran Bretagna, verso la fine del 18° secolo, nel periodo del movimento per l’abolizione della schiavitù, 300mila persone boicottarono lo zucchero prodotto nelle piantagioni dagli schiavi.
Il movimento per l’abolizione della carne esprime un approccio politico: il suo scopo è quello di portare l’opinione pubblica ad aderire all’idea che la carne dovrebbe essere vietata. L’obiettivo è che le società umane, una dopo l’altra, decidano di vietare la produzione, la vendita e il consumo di carne.
L’idea è quella di rivendicare forte e chiaro che non è solo un dovere di ogni singolo quello di smettere di supportare il sanguinario sfruttamento richiesto dal consumo di corpi animali e di “derivati animali”, ma che è anche, di conseguenza, un dovere di ogni società nel suo insieme di dichiararsi
A favore del divieto di allevare, pescare e cacciare.Il Comune di Cortona si trova in provincia di Arezzo, sul versante di un rilievo montuoso posto tra la Valdichiana e la valle del Tevere, ed è stato un importante centro etrusco. Del periodo etrusco rimangono cospicui avanzi delle mura risalenti forse al V secolo a.C., che si sviluppavano per circa 2 km. Il centro storico come lo vediamo oggi si è formato nel XIII secolo: nel 1241 esiste già il Palazzo Comunale, nel 1245 viene edificata la chiesa di S. Francesco, nel 1250 viene costruito il Palazzo del Popolo. Nel 1456 iniziano i lavori di sistemazione della nuova Cattedrale nel luogo in cui sorgeva l'antica pieve di S. Maria, mentre nel 1480 l'architetto senese Francesco di Giorgio Martini dà il via alla costruzione fuori città del Santuario della Madonna delle Grazie al Calcinaio. La città è un ricca di musei e opere d'arte: a partire dal Museo dell'Accademia Etrusca fino al Museo Diocesano, che raccoglie tesori come l'Annunciazione del Beato Angelico, la Madonna in gloria di Bartolomeo della Gatta e la Deposizione di Luca Signorelli. Da non perdere anche il Parco archeologico, la Fortezza Medicea di Girifalco e l'Abbazia di Farneta. Frazioni: Terontola, Montecchio, Portole, Santa Caterina. http://it.wikipedia.org/wiki/Cortona

Giving up meat is a form of solidarity and social responsibility. In a world that is hungry, meat consumption is a huge waste: if more than 820 million people go hungry is because much of the arable land is devoted to forage for meat animals. The agricultural products worldwide may be sufficient to feed everyone, if they were mostly used to feed animals allevamento.L 'humanity faces a destructive ripple effect: depletion of energy, clean water, basic food to meet consumismi eating behaviors. I do not add up. Six billion people, three million cattle for slaughter (every pound of flesh burning 20 000 liters of water), 15 billion poultry feed, fuel production from cereals. In a little while 'there is no food. Wheat, soybeans, rice, corn cost more and go to fatten livestock.
We must stop now. Our body, like that of monkeys, is planned just for the consumption of fruits, vegetables and legumes. A meat-free diet there certainly weaken: think of the physical power of the gorilla. Not just a diet of fruits and vegetables we would do well, but would just keep disease
The objective is to promote, once again, the idea that the production and consumption of the body of the animals should be abolished.
The demand for abolition of meat is the logical consequence of vegetarianism or veganism. People who are against the bull, for example., Do not just ask the public to boycott bullfights: demand that they be prohibited. Campaigners against foie gras do not just ask people not to buy it: they want the forced feeding of geese is prohibited. Because those who are opposed to the flesh are the only individual to be confined to giving advice?
From the point of view of movement, refusing to eat meat can be regarded as a political boycott, as an expression of individual support abolition. In Britain, the late 18 th century, during the movement for the abolition of slavery, 300 thousand people boycotted sugar produced by slaves on plantations.
The movement for the abolition of meat expresses a political approach: its purpose is to bring the public to subscribe to the idea that meat should be banned. The goal is that human societies, one after the other, they decide to ban the production, sale and consumption of meat.
The idea is to claim loud and clear that not only has the responsibility of each individual to stop supporting the murderous exploitation requested by the consumption of animal bodies and "animal derivatives", but that is also, therefore, a duty of any society as a whole to declare
In favor of the ban on the rearing, fishing and hunting.
https://www.facebook.com/pages/Presidio-contro-la-Sagra-della-Bistecca-A-Cortona-141516-Agosto-2012/133499733392226?sk=wall
info alessio nanni
solesia99@gmail.com
skipe solesiaalessio.nanni
3467816119
Website: https://www.facebook.com/OccupyItalyAnimalsMusicfestival
 Evento terminato